Skip to main content

Come Conservare l’Olio Extravergine per Mantenerlo Perfetto!

Come Conservare l'Olio Extravergine di Oliva per Mantenerlo Perfetto!

Se non mi conosci sono Antonio Carbone, un produttore appassionato di olio e autore del libro “L’olio extravergine di alta qualità”.

In quest’articolo vediamo uno degli aspetti più cruciali ma spesso trascurati quando si parla di olio extravergine di oliva…

La conservazione

Sì, hai letto bene. Anche l’olio più pregiato può cadere in disgrazia se non conservato adeguatamente.

E non sto parlando di semplici cambiamenti marginali.

Parlo di una vera e propria trasformazione, che può mutare l’essenza stessa del tuo prezioso EVO, lasciandoti con un prodotto irriconoscibile, privo delle sue note caratteristiche e, peggio ancora, pieno di difetti.

A differenza del vino, l’olio non migliora con il tempo. Al contrario, senza le giuste precauzioni, la sua qualità può solo peggiorare.

Ecco perché è fondamentale conoscere e applicare le migliori tecniche di conservazione post-acquisto.

Se non possiamo fermare i processi degradativi naturali e irreversibili, come l’ossidazione o la perdita di polifenoli, possiamo sicuramente rallentarli.

Come? Seguimi, e ti spiegherò tutto.

Come Conservare l’Olio Extravergine per Mantenerlo Perfetto:

I Tre Nemici dell’Olio

Prima di tutto, dobbiamo identificare i tre principali nemici della qualità dell’olio: calore, luce e ossigeno.

Calore

La temperatura ideale di conservazione dell’olio si aggira tra i 12 e i 18 °C. Temperature elevate accelerano i processi degradativi, mentre sbalzi termici possono portare alla cristallizzazione parziale dei trigliceridi, creando quelle antiestetiche macchie bianche semi-solide.

Luce

Esporre l’olio alla luce può innescare reazioni chimiche indesiderate, alterando colore e caratteristiche organolettiche. Ecco perché raccomando sempre di conservare l’olio in bottiglie di vetro scuro o, ancora meglio, nei contenitori Bag in Box che offrono una protezione totale.

Ossigeno

Questo è, senza dubbio, il nemico numero uno. L’ossidazione può cambiare radicalmente le caratteristiche di un buon extravergine, modificandone la composizione chimica e rendendolo rancido o, nel peggiore dei casi, incommestibile.

Come Conservare l’Olio Extravergine per Mantenerlo Perfetto:

La soluzione

Ora che conosciamo i nemici, come possiamo difenderci? Semplice: scegliendo il contenitore giusto e prestando attenzione all’ambiente di conservazione.

Per proteggervi dall’ossigeno, optate per bottiglie con tappo antirabbocco o, ancora meglio, per i Bag in Box, che garantiscono l’assenza di contatto con l’aria fino all’ultima goccia.

Conservate l’olio in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore come fornelli o elettrodomestici.

E non dimenticate: l’olio è come una spugna con i cattivi odori, quindi tenetelo lontano da qualsiasi fonte di odori forti.

In conclusione

Conservare correttamente l’olio extravergine di oliva richiede attenzione e dedizione. Non lasciare che l’ignoranza rovini il sapore e la qualità del tuo olio.

Seguendo queste semplici regole, puoi goderti ogni goccia del tuo prezioso EVO mantenendolo nel modo migliore possibile.

Se sei curioso di scoprire di più sull’affascinante mondo dell’olio extravergine di oliva di alta qualità puoi acquistare il mio libro “l’olio extravergine di alta qualità”.

Vuoi mettere in tavola l’olio evo per davvero? Chiama il numero verde 800 74.56.89 una nostra collaboratrice saprà consigliarti al meglio.

Oppure Acquistalo sul nostro negozio online

Nel frattempo se hai qualche domanda scrivila pure nei commenti, sarò felice di risponderti.

A cura di Antonio Carbone

Autore del libro “L’olio extravergine di alta qualità”

Fratelli Carbone l’olio evo per davvero!

Leave a Reply