Dalle olive all’olio | la potatura di produzione

Dalle olive all'olio la potatura di produzione

Dalle olive all’olio | la potatura di produzione. In questo articolo vediamo insieme come intervenire sulla potatura. Per avere una produzione costante ed un olio ricco di profumi.

La potatura viene effettuata per scopi diversi a seconda dello stadio di sviluppo della pianta.

Nelle piante giovani: è eseguita soprattutto per formare rapidamente la struttura della chioma e favorire la precoce entrata in produzione.

Nelle piante mature: viene effettuata per mantenere la struttura della pianta, favorire la penetrazione della luce ed eliminare il legno secco o danneggiato.

Oggi vediamo insieme come effettuare una potatura di produzione.

Dalle olive all’olio | la potatura di produzione

Noi effettuiamo due leggere potature annuali, in questo modo abbiamo il vantaggio di:

  •  Produzione costante ed equilibrata, limitando l’alternanza di produzione
  •  Olio bilanciato e ricco di profumi.

L’albero dell’ulivo è formato da uno scheletro legnoso che fa da supporto ai rami sui quali è portata la produzione. Lo scheletro rappresenta la struttura permanente ed è costituito da diverse parti:

  • Il tronco, rappresenta l’asse principale della pianta.
  • Le branche primarie, si originano da esso.
  • Le branche secondarie.
  •  branche fruttifere.

Il tronco, le branche primarie e quelle secondarie.

Concorrono a costituire la struttura permanente dell’albero, vengono impostate nei primi anni di crescita della pianta e di solito non più modificate, tranne per eventi straordinari ad esempio una forte gelata che ha compromesso in modo irreversibile il legno.

Qui andremo ad eliminare solo eventuali polloni e succhioni che drenano linfa preziosa a discapito dei rami fruttiferi.

Branche fruttifere. Dalle olive all’olio | la potatura di produzione

Sulle branche fruttifere interverremo con la potatura per mantenerle sempre giovani e produttive.

Su una branca fruttificante possono essere individuate diverse zone.

Zona con rami a legno. I rami a legno o vegetativi si sviluppano per circa due anni prima di iniziare a fruttificare. Crescono quasi verticalmente e sono usati per ringiovanire la branca fruttifera.

Zona con rami a frutto. Sono localizzati soprattutto nello strato più esterno della chioma, ed avviene la produzione dell’anno.

Zona con rami esauriti. sono i rami a frutto che che hanno prodotto nella scorse due campagne. Sono facilmente riconoscibili per la ridotta crescita, le poche foglie e la presenza di disseccamenti. Che noi andremo ad eliminare.

Potatura di produzione in sintesi:

  • Eliminiamo polloni e succhioni più vigorosi che crescono sulla struttura dell’albero.
  • Diradiamo qualche ramo che si sovrappone ed evita l’ingresso dell’aria e della luce.
  • Togliamo tutti i rami esauriti.

Se interveniamo annualmente sulle nostre piante di ulivo seguendo questi semplici consigli, oltre ad avere il vantaggio di una produzione costante, avremo il beneficio di produrre un olio equilibrato e profumato, senza il retrogusto persistente di amaro.

Spero questo articolo ti sia stato utile, non perderti il prossimo dove ti parlerò del germogliamento.

Se ti sei perso l’articolo dello scorso mese clicca qui, parliamo della concimazione.

Dalle olive all'olio | la potatura . Antonio Carbone tra gli uliviA cura di Antonio Carbone

Co-fondatore del “Metodo Antico” di produzione

Leave a Reply