Differenza olio filtrato e non filtrato

olio Extravergine di oliva lucano 20 litri

Differenza olio filtrato e non filtrato | Benvenuto in questo nuovo articolo, dove ti parlo della differenza tra un olio filtrato ed uno non filtrato.

Ti sarai sicuramente domandato almeno una volta che differenza c’è e quale sarebbe meglio acquistare per essere sicuri di mettere in tavola il meglio.

Ci sono opinioni diverse riguardante le due tipologie di olii. Inizio con il dire che tutti e due sono buoni se prodotti a regola d’arte e con la materia prima eccellente.

Analizziamo i pregi e i difetti delle due tipologie

Il processo di filtrazione dell’olio in genere avviene facendo passare il prodotto in dei filtri a cartone.

Pregi dell’olio filtrato

L’olio Filtrato ha una maggior stabilità nel tempo. Si hanno meno problemi di fermentazione (dovuti ad eventuali depositi sul fondo). L’olio conserverà le sue caratteristiche salutari e i suoi profumi per più tempo rispetto all’olio non filtrato.

Difetti dell’olio filtrato

Il suo aspetto limpido per molti consumatori è ritenuto un difetto perchè si ha l’impressione di avere tra le mani un olio di semi. Poi con la filtrazione vengono persi alcuni polifenoli contenuti nell’acqua di vegetazione che appunto viene separata dall’olio.

Infatti nell’olio esistono due tipi di polifenoli:

  • I polifenoli apolari che si trovano “sciolti” negli acidi grassi
  • I polifenoli polari, presenti nell’acqua di vegetazione.

Durante la produzione dell’olio, i polifenoli apolari restano nell’olio, mentre i polifenoli polari vengono eliminati con l’acqua. Per questo motivo, gli oli non filtrati, contenendo piccole parti di acqua, contengono al tempo stesso polifenoli polari e apolari.

Pregi dell’olio non filtrato

Nell’olio non filtrato sono presenti molti pezzetti di frutto, che restituiscono odori e sapori all’olio per diversi mesi. Di fatto funzionano come una riserva, che cede in forma continua al prodotto le sostanze aromatiche presenti nel frutto originario.

Il suo aspetto torbido è una garanzia per il consumatore, vuol dire che l’olio è realmente di annata.

Difetti olio non filtrato

Man mano che il tempo passa, le parti del frutto rimaste in sospensione, scendono sul fondo trasformandosi in “morchia”. Se il prodotto non è conservato nella maniera ottimale, ad esempio a temperature elevate, queste possono andare in fermentazione e pregiudicare la qualità del prodotto.

Bisogna stare molto attenti alla conservazione se vogliamo mantenere intatte nel tempo le proprietà uniche dell’extravergine.

In conclusione, se l’olio è prodotto con le materie prime eccellenti, non cambia molto che sia filtrato o meno. Basta seguire sempre le buone norme di conservazione.

Cosa facciamo noi Fratelli Carbone?

Abbiamo deciso di non filtrare l’olio per mantenere una sua identità. Lo confezioniamo solo dopo decantazione naturale e due travasi. In questo modo eliminiamo la gran parte delle impurità che si depositano. E siamo sicuri che arrivi a casa tua pulito e nello stesso tempo integrale come appena prodotto.

Noi Fratelli Carbone ci occupiamo personalmente di tutti i passaggi che vanno dalla trasformazione alla vendita del nostro prezioso extravergine di oliva.

Grazie al disciplinare di produzione “Metodo Fratelli Carbone” seguiamo personalmente tutti i passaggi, per garantire ai nostri clienti un olio naturale e genuino come una volta.

Non avendo intermediari puoi gustare tutti i giorni nella tua cucina l’intenso profumo di oliva appena franta. un olio buono fino all’ultima goccia.

Acquistalo sul nostro shop online.

Come si fa l'olio extravergine di oliva? Antonio Carbone tra gli uliviA cura di Antonio Carbone

Co-fondatore del “Metodo Fratelli Carbone”  l’olio naturale e genuino come una volta.

Leave a Reply