Skip to main content
Olio extravergine di alta qualità, foto del libro

Ciao, sono Antonio Carbone, produttore di olio ed autore del libro “L’olio extravergine di alta qualità”.

Se ti trovi qui, è perché condividiamo una passione comune: l’olio extravergine di oliva, un pilastro della dieta mediterranea e un tesoro della nostra terra.

Ma ti sei mai chiesto cosa ci vuole per produrre un olio EVO di alta qualità? Oggi, voglio portarti nel cuore del processo produttivo, svelandoti i segreti che stanno dietro a ogni goccia di questo prezioso elisir.

La Raccolta: Il Primo Passo Verso l’Eccellenza

Il viaggio verso un olio extravergine di oliva di qualità superiore inizia ben prima della frangitura, con la raccolta delle olive.

Qui non si lascia nulla al caso: le olive vengono raccolte ad inizio invaiatura e riposte con cura in cassette, mai in sacchi.

Questo perché il tempo e il modo in cui vengono raccolte e stoccate giocano un ruolo cruciale nel preservare i composti volatili, responsabili delle amate “note verdi”.

Lavorare le olive entro 24 ore dalla raccolta è la regola d’oro, idealmente raccoglierle al mattino e lavorarle nel pomeriggio.

Questa attenzione meticolosa è ciò che fa la differenza.

Preparazione e Frangitura: Olio extravergine di alta qualità

Prima di procedere alla frangitura, le olive devono essere preparate con attenzione.

La defogliazione e il lavaggio sono passaggi essenziali per eliminare foglie, rametti e residui di terra, prevenendo così contaminazioni che potrebbero compromettere il sapore e la purezza dell’olio.

La scelta del metodo di frangitura, poi, riflette l’arte del frantoiano: martelli per un olio più audace, coltelli per un gusto più delicato.

Ogni dettaglio conta, dalla temperatura delle olive alla tecnica di frangitura, per liberare il pieno potenziale di aromi e sapori.

Gramolazione e Filtrazione: La Custodia della Qualità

Il cuore del processo, la gramolazione, è dove la magia accade. Questa delicata danza di rimescolamento permette alle micro gocce di olio di unirsi, preparandole alla fase di estrazione.

Mantenere le temperature sotto i 27 gradi e non superare i 30 minuti di gramolazione è vitale per preservare l’integrità e la freschezza dell’olio.

Infine, la filtrazione: un passo spesso sottovalutato ma fondamentale.

Eliminando le particelle sospese, assicuriamo che l’olio rimanga limpido, conservando le sue proprietà benefiche più a lungo.

Contrariamente a quanto alcuni credono, la torbidità non è sinonimo di genuinità.

Un olio ben filtrato è la vera espressione della qualità.

Unisciti alla Rivoluzione dell’Olio EVO di Alta Qualità

Se questo viaggio nel cuore della produzione dell’olio extravergine di oliva ti ha aperto gli occhi sulla complessità e la bellezza di questo processo, ti invito a scoprire di più. La mia missione è quella di elevare la consapevolezza e apprezzare il vero valore dell’olio EVO italiano di alta qualità.

Se vuoi scoprire la differenza che un vero olio extravergine di oliva può fare nella tua cucina e per il tuo benessere,  chiama il numero verde 800 74.56.89 una nostra collaboratrice saprà consigliarti al meglio.

Oppure Acquistalo sul nostro negozio online

Nel frattempo se hai qualche domanda scrivila pure nei commenti, sarò felice di risponderti.

A cura di Antonio Carbone

Autore del libro “L’olio extravergine di alta qualità”

Fratelli Carbone l’olio evo per davvero!

Leave a Reply