Salumi tipici della Basilicata

By 30 Gennaio 2021Maggio 20th, 2021Ricette
salumi tipici della basilicata

Sapevi che i salumi tipici della basilicata hanno una tradizione che affonda le radici al tempo degli antichi Romani?

Infatti il famoso salame Luganica proviene proprio dalla Lucania (antico nome della Basilicata) è qui che ha avuto origine la produzione del salame stagionato.

I soldati romani appresero dalle schiave lucane l’arte di insaccare i salumi. Marco Gavio Apicio (gastronomo di Cesare) perfezionò la ricetta dandole il nome di LUCANIGA. Conosciuta oggi come salame stagionato.

Ancora oggi la tradizione è viva in Basilicata e viene tramandata di generazione in generazione.

Rappresenta un carattere distintivo della comunità locale, infatti non c’è famiglia che non abbia in dispensa la propria scorta di insaccati stagionati.

Quello che devi sapere però è che non tutti i salumi tipici della basilicata che trovi in commercio sono autentici e pregiati, anzi…

La gran parte è di scarsa qualità e non rispecchia affatto le tradizioni Lucane, ti spiego il perchè:

 

  • Vengono prodotti dalle carni dei maiali di nuova genetica. Queste nuove razze di suini sono state concepite per crescere in fretta e raggiungere subito il peso ideale. Di conseguenza hanno il difetto di essere insapore e piene di grassi saturi.
  • I maiali sono allevati intensivamente, costretti a vivere in gabbie strette respirando i miasmi delle asfittiche stalle e riempiti di antibiotici per prevenire eventuali malattie.
  • La nutrizione avviene attraverso mangimi industriali, questi mangimi hanno il solo scopo di far ingrossare l’animale senza l’apporto dei preziosi nutrimenti di cui avrebbe bisogno.
  • Infine la trasformazione avviene con l’uso di conservanti e additivi, per essere sicuri di non far deperire il prodotto.

 

Con i miei fratelli ci siamo detti: perchè non troviamo un azienda che produce gli insaccati ancora tradizionalmente?

Il pensiero ci ha stuzzicato molto, ed abbiamo subito iniziato le ricerche…

Volevamo trovare un produttore che sposasse il nostro stesso progetto: produrre secondo tradizione, come ci ha insegnato nostra nonna Carmela.

Ti garantisco che la ricerca non è stata per niente facile, ma il risultato ha ripagato di tutti gli sforzi.

La linea di insaccati che trovi all’interno di Donna Carmela, la dispensa della nonna lucana, viene prodotta seguendo sei punti fondamentali:

 

  1. Solo maiali di razza antica: il suino nero lucano
  2. I maiali vivono allo stato brado
  3. La loro crescita è lenta e felice
  4. Li nutriamo con cereali prodotti nella stessa azienda
  5. La trasformazione avviene tradizionalmente, senza l’uso di additivi o conservanti
  6. La carne pregiata è ricca di omega 3

suino nero lucano che pascola allo stato brado

Salumi tipici della basilicata: suino nero lucano, razza autoctona.

Per le sue componenti rustiche il suino nero lucano, si presta meglio di qualsiasi altra razza all’allevamento all’aperto.

Nessuno si aspetta da lui ritmi di crescita rapidi. Come I maiali di nuova genetica.

Al contrario, il nostro maiale felice cresce secondo I tempi dettati dalla natura.  Sviluppando uno strato di  grasso di alta qualità, utile per ottenere un prodotto eccellente in fase di stagionatura.

Salumi tipici della basilicata: allevamento allo stato brado senza uso di antibiotici.

I maiali non sono costretti a vivere in gabbie strette respirando i miasmi delle asfittiche stalle intensive, riempiti di antibiotici per prevenire eventuali malattie.

Il nostro maiale felice è allevato liberamente, godendo di aria pulita e grufolando sotto le piante di ulivi secolari. Pertanto sviluppa una carne pregiata e ricchissima di grassi omega 3. Grassi essenziali per il nostro organismo, che hanno il compito di abbassare il colesterolo nel sangue .

Salumi tipici della basilicata: nutrizione naturale senza mangimi industriali.

Il maiale è ciò che mangia, lo nutriamo con farina di castagne e cerali prodotti nella stessa azienda.

La dieta è integrata dai prodotti naturali del sottobosco. I maiali sono liberi di nutrirsi durante la loro vita svolta totalmente all’aperto.

A differenza dei maiali allevati con mangimi industriali, il nutrimento naturale permette di sviluppare carni dai sapori autentici.

Salumi tipici della basilicata: trasformazione antica, senza additivi o conservanti.

La trasformazione segue ancora tutti i processi tradizionali Lucani. Per questo non usiamo additivi o conservanti ma solo spezie selvatiche essiccate al sole:

Finocchietto selvatico lucano, peperoncino di Senise e pepe nero in grani.

 

Il profumo delle spezie selvatiche, incorporato sapientemente alle carni pregiate del suino nero lucano. Ne fanno degli insaccati di Donna Carmela un prodotto pregiato, unico sul mercato.

 

A questo punto se sei curioso e vuoi saperne di più, non ti resta che visitare la pagina Donna Carmela oppure scrivici al numero whatsapp, saremo felici di rispondere a tutte le tue domande.

Antonio Carbone tra gli uliviA cura di Antonio Carbone

Co-fondatore del “Metodo Antico dei Fratelli Carbone”

Leave a Reply